ServiziMenu principale

<< Torna a "Tutti gli studi"

Avelumab in monoterapia nel carcinoma uroteliale metastatico o localmente avanzato in pazienti non idonei alla terapia con cisplatino. Studio ARIES

Studio Clinico

Patologia: Carcinoma della vescica

Osservazionale-Sperimentale: Sperimentale

Monocentrico-Multicentrico: Multicentrico

Randomizzato: No

Fase di studio: II

Richiesta mandatoria di tessuto: 

Linee di trattamento: Prima linea

Criteri di inclusione: 

- Consenso informato ottenuto prima di qualsiasi procedura studio-specifica. I pazienti devono essere in grado di comprendere ed essere disposti a firmare un consenso informato scritto.
- Paziente maschio o femmina ≥18 anni.
- Documentazione istologica o citologica di carcinoma uroteliale.
- Malattia misurabile e non misurabile in accordo ai criteri RECIST (Response Evaluation Criteria in Solid Tumors), versione 1.1.
- Positiva (>5%) espressione di PD-L1.
- ECOG (Eastern Cooperative Oncology Group) performance status ≤2.
- Aspettativa di vita di almeno 6 mesi.
- Donne e uomini in età fertile devono essere d’accordo nell’utilizzare un’adeguata contraccezione dalla firma del consenso informato fino ad almeno 3 mesi dopo l’ultima somministrazione del farmaco in studio. Lo sperimentatore o un collaboratore designato è invitato a consigliare il soggetto su come praticare un adeguato controllo delle nascite. Nello studio per adeguata contraccezione di intende qualsiasi metodo di raccomandazione medica (o combinazione di metodi) come da standard di cura.
- Adeguata funzionalità del midollo osseo, epatica e renale valutata attraverso i seguenti requisiti di laboratorio condotti entro 7 giorni dall’inizio del trattamento di studio.
– Bilirubina totale ≤1∙5 al limite superiore di normalità (ULN);
– Alanina aminotransferasi e aspartato aminotransferasi ≤2 al ULN (≤5 al ULN per pazienti con interessamento tumorale epatico);
– International normalized ratio (INR) e tempo di tromboplastina parziale (PTT) ≤1∙5 al ULN. I soggetti che sono trattati terapeuticamente con un agente come il warfarin o l’eparina saranno autorizzati a partecipare se non  esiste alcuna precedente evidenza di un’anomalia sottostante nei parametri della coagulazione. Un attento monitoraggio sarà eseguito almeno una volta a settimana fino a quando INR e PTT saranno stabili sulla base di una misurazione pre-dose come definito dallo standard di cura locale;
– Conta delle piastrine ≥100.000/mm3, emoglobina >9 g/dl, conta assoluta dei neutrofili >1.500/mm3;
– Limite della fosfatasi alcalina ≤2∙5 al ULN (≤5 al ULN per pazienti con interessamento tumorale epatico).

Criteri di esclusione: 

- Trattamento precedente con avelumab.
- Trattamento precedente per malattia metastatica o localmente avanzata.
- Tumore precedente o concomitante che sta progredendo o richiede un trattamento attivo ed è diverso nel sito primario o nell’istologia dal carcinoma uroteliale nei 5 anni precedenti l’arruolamento nello studio. Fanno eccezione il carcinoma cervicale in situ o carcinoma a cellule basali della pelle, il carcinoma a cellule squamose della pelle per il quale si è effettuata una terapia potenzialmente curativa. Una storia di cancro alla prostata identificata incidentalmente dopo la cistoprostatectomia per il carcinoma della vescica è accettabile, purché siano soddisfatti i seguenti criteri:
    - Stadio T2N0M0 o inferiore;
    - Gleason score ≤ 6,
    - PSA non rilevabile.
- Intervento di chirurgia maggiore, biopsia open o lesione traumatica significativa entro 28 giorni prima dell’inizio del trattamento in studio.
- Gravidanza o allattamento. Le donne in età fertile devono sottoporsi ad un test di gravidanza eseguito al massimo 7 giorni prima dell’inizio del trattamento e un risultato negativo deve essere documentato prima dell’inizio del trattamento.
- Patologie cardiache attive, definite come:
    - Insufficienza cardiaca congestizia di classe 3 o peggiore secondo la classificazione NYHA (New York Heart Association)
    - Angina instabile (sintomi di angina a riposo), angina di nuova insorgenza (iniziata negli ultimi 3 mesi). Infarto del miocardio a meno di 6 mesi prima dell’inizio del farmaco in studio.
    - Anamnesi di severa aritmia ventricolare (fibrillazione ventricolare o tachicardia ventricolare), blocco atrio-ventricolare di alto grado, o altre aritmie che richiedono una terapia anti-aritmica (ad eccezione della fibrillazione atriale ben controllata con terapia anti-aritmica).
- Ipertensione non-controllata (pressione arteriosa sistolica >150 mmHg o pressione diastolica >90 mmHg nonostante una gestione medica ottimale).
- Eventi trombotici o embolici arteriosi o venosi, come un incidente cerebrovascolare (inclusi gli attacchi ischemici transitori), embolia polmonare nei 4 mesi precedenti l’inizio del trattamento in studio.
- Infezione in corso di grado superiore al 2 in accordo ai criteri del National Cancer Institute Common Terminology Criteria for Adverse Events (NCI-CTCAE) versione 5.0.
- Storia nota di infezione da virus dell’immunodeficienza umana (HIV).
- Storia nota di epatite cronica B o C.
- Disturbo convulsivo che richiede trattamento.
- Tumori metastatici sintomatici al cervello o tumori meningei a meno che non siano trascorsi più di 2 mesi dalla terapia definitiva, il paziente abbia uno studio di imaging negativo entro 4 settimane dall’ingresso nello studio e sia clinicamente stabile rispetto al tumore al momento dell’ingresso nello studio. Inoltre, il paziente non deve essere sottoposto a terapia steroidea acuta o graduale (la terapia steroidea cronica è accettabile a condizione che il dosaggio sia stabile per 1 mese prima e dopo gli studi di screening radiografici).
- Storia di trapianto di organi.
- Evidenza o anamnesi positiva per diatesi emorragica. Qualsiasi emorragia o evento emorragico di grado 3 o superiore secondo i CTCAE entro 4 settimane dall’inizio del trattamento in studio.
- Ferita non in guarigione, ulcera o frattura ossea.
- Insufficienza renale che richiede emodialisi o dialisi peritoneale.
- Disidratazione di grado 1 o superiore secondo gli NCI-CTCAE v. 5.0.
- Abuso di sostanze o condizioni mediche, psicologiche o sociali che possono interferire con la partecipazione del paziente allo studio o con la valutazione dei risultati dello studio.
- Ipersensibilità nota a qualsiasi farmaco dello studio, classe di farmaci dello studio o eccipienti nella formulazione.
- Qualsiasi malattia o condizione medica instabile o che potrebbe mettere a repentaglio la sicurezza del paziente e la sua conformità allo studio.
- Malattia polmonare interstiziale con segni e sintomi in corso al momento della firma del consenso informato.
- Tossicità superiore a quella di grado 1 secondo gli NCI-CTCAE v. 5.0 non risolta attribuibile a qualsiasi precedente terapia/procedura.

 

Numero di pazienti previsti: 

67

Trattamento sperimentale: 

Avelumab

Trattamento di controllo: 

NA

Obiettivi primari dello studio: 

Valutare l'attività di avelumab in pazienti con carcinoma uroteliale metastatico o localmente avanzato esprimenti il PD-L1 e non idonei per la chemioterapia a base di cisplatino

Obiettivi secondari dello studio: 

- Valutare la sicurezza di avelumab in pazienti affetti da tumore uroteliale metastatico o localmente avanzato non idonei al cisplatino
- Valutare la qualità della vita attraverso i questionari EORTC QLQ-C30 e EuroQoL EQ-5D
- Valutare l’efficacia di Avelumab in pazienti con carcinoma uroteliale metastatico o localmente avanzato in base alla diversa espressione di PD-L1

Centri partecipanti

Nord Italia

Ospedale Papa Giovanni XXIII Bergamo
Piazza OMS 1 - 24127 Bergamo - BG

Riferimento: Dr.ssa Lucia Bonomi

 

IRCCS A.O.U. San Martino - IST
Largo Rosanna Benzi 10 - 16132 Genova - GE

Riferimento: Dr. Giuseppe Fornarini
Email: giuseppe.fornarini@hsanmartino.it

 

Ospedale Niguarda Ca' Granda
Piazza dell'Ospedale Maggiore 3 - 20162 Milano - MI

Riferimento: Dr. Riccardo Ricotta
Telefono: 0264442291
Email: riccardo.ricotta@ospedaleniguarda.it

 

Fondazione Salvatore Maugeri-IRCCS
Via Salvatore Maugeri 4 - 27100 Pavia - PV

Riferimento: Dr. Camillo Porta

 

Ospedale di Vicenza
Viale Rodolfi 37 - 36100 Vicenza - VI

Riferimento: Dr. Giuseppe Aprile
Telefono: 0444753259
Email: giuseppe.aprile@aulss8.veneto.it

 

Centro Italia

Ospedale Riuniti Marche NORD
Via Vittorio Veneto 2 - 61032 Fano - PU

Riferimento: Dr. Rodolfo Mattioli
Telefono: 0721882397
Email: rodolfo.mattioli@ospedalimarchenord.it

 

Fondazione Policlinico A. Gemelli
Largo Agostino Gemelli 8 - 00168 Roma - RM

Riferimento: Dr. Roberto Iacovelli
Telefono: 0630154953
Email: roberto.iacovelli@alice.it

 

Università Campus Bio-medico
Via Álvaro del Portillo 200 - 00128 Roma - RM

Riferimento: Prof. Daniele Santini
Telefono: 06225411227
Email: d.santini@unicampus.it

 

Sud Italia e isole

Istituto Tumori “Giovanni Paolo II” IRCCS
Viale Orazio Flacco 65 - 70124 Bari - BA

Riferimento: Dr. Emanuele Naglieri
Telefono: 0805555352
Email: e.naglieri@oncologico.bari.it

 

Ospedale San Vincenzo Taormina
St.Statale 114 Pistunina - 98125 Messina - ME

Riferimento: Dr. Francesco Ferraù
Email: ferrau@oncologiataormina.it

Informazioni Generali

Protocollo

Numero di iscrizione a registro: 2018-000670-29

Data di inserimento: 26.10.2018

Promotore

Consorzio Oncotech

CRO

/

Principal Investigator ITALIA

Fondazione IRCCS Policlinico A. Gemelli, Roma

Riferimento: Dr. Roberto Iacovelli

Telefono: 0630154953

Email: roberto.iacovelli@alice.it

Localita: Roma

 

<< Torna a "Tutti gli studi"