ServiziMenu principale

<< Torna a "Ricerca Studi"

Studio di fase 1B, in aperto, multicentrico, teso a valutare la sicurezza e l’efficacia di Ipatasertib in combinazione con Rucaparib in pazienti affetti da carcinoma mammario, ovarico o prostatico in stadio avanzato - BO40933

Studio Clinico

Patologia: Neoplasie della mammella, Tumori dell’ovaio, Carcinoma della prostata

Osservazionale-Sperimentale: Sperimentale

Monocentrico-Multicentrico: Multicentrico

Randomizzato: No

Fase di studio: I, I B

Linee di trattamento: Seconda linea

Criteri di inclusione: 

- Stato di validità ECOG (Eastern Cooperative Oncology Group) di 0 o 1
- Aspettativa di vita di almeno 3 mesi
- Capacità di deglutire il farmaco in studio orale
- Adeguata funzionalità degli organi e del midollo, come confermato dai valori di laboratorio elencati di seguito, ottenuti nei 28 giorni che precedono la prima dose del trattamento in studio
- Valutazioni della funzionalità del midollo osseo (senza trasfusioni nei 28 giorni che precedono il ricevimento del trattamento in studio)
    – ANC ≥1.500 cellule/µl (1,5 x 109/l) senza il supporto del fattore di stimolazione delle colonie di granulociti
    – Conta piastrinica ≥100,0 × 109/l
    – Emoglobina ≥9 g/dl (o 5,6 mmol/l)
Valutazioni del pannello di analisi chimiche
    – AST e ALT ≤1,5 x limite superiore di normalità (Upper Limit of Normal, ULN); in caso di metastasi epatiche ≤2,5 x ULN
    – Bilirubina ≤1,5 x ULN (≤3 x ULN, se l’iperbilirubinemia è dovuta alla sindrome di Gilbert)
    – Albumina sierica ≥3,0 g/dl
    – Creatinina sierica ≤1,5 x ULN o clearance della creatinina ≥50 ml/min
    – Glucosio a digiuno ≤150 mg/dl e HbA1c ≤7,5%
- Tossicità che derivano da terapia precedente risolte o stabilizzate al grado 1 (tranne alopecia e neuropatia).
Può essere consentita una tossicità, non ematologica, di grado 2 in corso, correlata al regime di trattamento più recente, previa approvazione del supervisore medico

Criteri di inclusione correlati al tumore
- Diagnosi istologicamente confermata di carcinoma ovarico (solo Parte 1), mammario (solo Parte 1) o prostatico (Parte 1 e Parte 2)
- Malattia metastatica o localmente in stadio avanzato che non può essere trattata con intento curativo
Per le pazienti con carcinoma ovarico (solo Parte 1):
– Carcinoma ovarico epiteliale sieroso di alto grado (2 o 3) o endometrioide o a cellule chiare, delle tube di Falloppio o peritoneale primario (Primary Peritoneal Cancer, PPC)
Se il tumore è di istologia mista, si deve confermare che >50% del tumore primario è sieroso di alto grado, endometrioide o a cellule chiare.
– Devono aver ricevuto almeno una precedente terapia a base di platino e possono avere malattia sensibile al platino (cioè, progressione radiologica della malattia documentata ≥6 mesi dopo l’ultima dose somministrata del trattamento a base di platino) o malattia resistente al platino
– Avere un livello di CA-125 >2 × ULN
– Devono avere una malattia misurabile secondo i criteri RECIST v1.1
- Per le pazienti con carcinoma mammario (solo Parte 1): il tumore deve essere negativo per il recettore del fattore di crescita epidermico umano 2 (HER2-) (positivo o negativo per il recettore dell’estrogeno [ER]/progesterone)
– Le pazienti con tumore ER/progesterone-positivo devono aver ricevuto almeno una terapia endocrina (adiuvante o metastatica) e aver manifestato progressione della malattia
– Le pazienti con tumore ER/progesterone-negativo/HER2- [pazienti con carcinoma mammario triplo negativo (Triple-Negative Breast Cancer, TNBC)] devono aver ricevuto almeno una linea chemioterapica precedente per il carcinoma mammario metastatico
– Non devono aver ricevuto più di due linee precedenti di chemioterapia per il carcinoma mammario metastatico
– Devono avere una malattia misurabile secondo i criteri RECIST v1.1

Per i pazienti con carcinoma prostatico:
– Adenocarcinoma della prostata non a piccole cellule o senza caratteristiche neuroendocrine
– Castrazione chirurgica o farmacologica con testosterone <50 ng/dl (1,7 nM)
– I pazienti trattati con analoghi dell’ormone di rilascio ormonale luteinizzante (Luteinizing Hormone-Releasing Hormone, LHRH) devono aver iniziato la terapia almeno 4 settimane prima della prima dose del trattamento in studio e continuarla durante il trattamento in studio
– Progressione del carcinoma prostatico determinata da aumento del PSA (due aumenti dei livelli del PSA misurati a distanza di almeno 1 settimana, con il secondo risultato ≥1 ng/ml) o progressione radiologica con o senza aumento del PSA
– Devono aver ricevuto almeno una linea precedente di terapia mirata contro il recettore degli androgeni di seconda generazione (per es., abiraterone, enzalutamide, apalutamide)
– I pazienti con carcinoma prostatico devono avere malattia misurabile secondo i criteri RECIST v1.1 o lesioni ossee determinate con scansione ossea o entrambi.
- I pazienti devono fornire un blocchetto di tessuto tumorale incluso in paraffina e fissato in formalina (Formalin-Fixed, Paraffin-Embedded, FFPE) o un minimo di 12 vetrini non colorati di sezioni tumorali fresche sequenziali per l’analisi molecolare presso il laboratorio centrale (test NGS retrospettivo per HR e lo stato della via di PI3K-AKT e per altre valutazioni secondarie ed esplorative obbligatorie secondo il protocollo). Non sono accettabili campioni di aspirato con ago sottile o citologici. Non è accettabile il tessuto tumorale prelevato da metastasi ossee.

Criteri di esclusione: 

- Pazienti in stato di gravidanza, che allattano al seno o che intendono iniziare una gravidanza durante lo studio o entro 28 giorni dopo la dose finale di ipatasertib o 6 mesi dopo l’ultima dose di rucaparib
- Precedente trattamento con inibitore di PARP, di AKT o di PI3K
- Trattamento con una terapia sperimentale nei 14 giorni che precedono l’inizio del trattamento con il farmaco in studio
- Metastasi del SNC sintomatiche e/o non trattate
- Dolore correlato al tumore non controllato
- Procedure di chirurgia minore non correlate allo studio ≤5 giorni o procedure di chirurgia maggiore (invasiva) ≤14 giorni prima della prima dose del trattamento in studio
- Pazienti con infezione da virus dell’epatite C (HCV) attiva
- Infezione da virus dell'epatite B (HBV) (cronica o acuta), definita da test positivo per l’antigene di superficie dell’epatite B (HBsAg) o da test quantitativo positivo per il DNA di HBV
- Infezione da HIV nota
- Abuso di droghe o alcool nei 12 mesi precedenti lo screening secondo il giudizio dello sperimentatore
- Sindrome da malassorbimento o altra condizione in grado di interferire con l'assorbimento enterale
- Infezione grave che richiede l’uso di antibiotici nei 14 giorni che precedono la prima dose del trattamento in studio
- Qualsiasi condizione medica grave o anomalia delle analisi cliniche di laboratorio che secondo il giudizio dello sperimentatore precluda la partecipazione sicura del paziente e il completamento dello studio
- Necessità di terapia corticosteroidea cronica di ≥10 mg di prednisone al giorno o una dose equivalente di altri corticosteroidi antinfiammatori o immunosoppressori per una malattia cronica
- Anamnesi di altre neoplasie maligne nei 5 anni precedenti la randomizzazione, fatta eccezione per carcinoma cutaneo non melanomatoso adeguatamente trattato, melanoma in situ adeguatamente trattato, carcinoma uroteliale non invasivo muscolare della vescica (tumori Tis, Ta e T1 a basso grado) adeguatamente trattato o altre neoplasie maligne per le quali il paziente sia stato sottoposto a terapia potenzialmente curativa con nessuna evidenza di malattia e con una tasso di recidiva <5% a 5 anni, secondo il medico curante.
- Storia di disfunzione cardiovascolare clinicamente significativa

Criteri di esclusione specifici per ipatasertib
- Diabete mellito di tipo 1 o 2 che richiede insulina all’entrata nello studio
- Storia di malattia infiammatoria intestinale (per es., malattia di Crohn e colite ulcerosa) infiammazione intestinale attiva (per es., diverticolite)
- Trattamento con inibitori forti di CYP3A o induttori forti di CYP3A nelle 4 settimane o 5 emivite di eliminazione degli inibitori, qualunque sia più lungo, prima dell’inizio del trattamento con il farmaco in studio

Trattamento sperimentale: 

Ipatasertib + Rucaparib

Trattamento di controllo: 

NA

Centri partecipanti

Nord Italia

IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori
Via Venezian 1 - 20133 Milano - MI
S.C. Oncologia Medica 2 - NB L'arruolamento dei pazienti non è ancora attivo

 

Istituto Oncologico Veneto IRCCS
Via Gattamelata 64 - 35128 Padova - PD
NB L'arruolamento dei pazienti non è ancora attivo

 

Centro Italia

Istituto Nazionale Tumori “Regina Elena”
Via Elio Chianesi 53 - 00144 Roma - RM

 

AO S. Maria Terni
Via Tristano di Joannuccio 1 - 05100 Terni - TR
NB: L'arruolamento dei pazienti non è ancora attivo

Riferimento: Dr. Sergio Bracarda
Telefono: 0744205631
Email: s.bracarda@aospterni.it

Informazioni Generali

Protocollo

Numero di iscrizione a registro: 2018-003293-27

Data di inserimento: 09.09.2019

Promotore

Hoffmann-La Roche

CRO

NA

Principal Investigator ITALIA

Azienda Ospedaliera Santa Maria di Terni

Riferimento: Dr. Sergio Bracarda

Telefono: 0744205631

Email: s.bracarda@aospterni.it

Localita: Terni

 

<< Torna a "Ricerca Studi"