ServiziMenu principale

<< Torna a "Tutti gli studi"

Studio di fase Il su Nivolumab in combinazione con FOLFOXIRI/Bevacizumab come prima linea di terapia in pazienti affetti da carcinoma colorettale avanzato RAS/BRAF mutati - NIVACOR

Studio Clinico

Patologia: Tumori del colon retto

Osservazionale-Sperimentale: Sperimentale

Monocentrico-Multicentrico: Multicentrico

Randomizzato: No

Fase di studio: II

Richiesta mandatoria di tessuto: 

Linee di trattamento: Prima linea

Criteri di inclusione: 

- Età ≥ 18 anni al momento della firma del consenso.
- Conferma istologica di carcinoma colorettale metastatico RAS/BRAF mutato.
- Paziente candidato a terapia di prima linea.
- Aspettativa di vita > di 3 mesi.
- Almeno una lesione misurabile secondo criteri RECIST.
- ECOG Performance status 0-1.
- Adeguata funzione d'organo, tutti gli esami di screening devono essere effettuati entro 28 giorni dall'inizio del trattamento.
- Disponibilità di due blocchetti tumorali allo screening.

Criteri di esclusione: 

- Precedente chemioterapia
- Terapia corticosteroidi entro 2 settimane dalla prima dose di nivolumab.
- Diagnosi di immunodeficenza o pazienti che ricevono terapia sistemica con steroidi o qualunque altro immunosoppressore entro 14 giorni dall'inizio del trattamento.
- Diagnosi di altro tumore negli ultimi 5 anni, ad eccezione del carcinoma basocellulare della pelle, carcinoma squamoso della pelle o carcinoma in situ della cervice che abbia ricevuto una terapia potenzialmente curativa.
- Metastasi al Sistema Nervoso Centrale attive e non trattate e/o meningite carcinomatosa. I pazienti con metastasi cerebrali già trattate possono partecipare se non utilizzano steroidi da almeno 7 giorni prima dell'inizio del trattamento sperimentale.
- Evidenza di polmonite interstiziale, polmonite non infettiva attiva o storia di polmonite di grado 3 o superiori.
- Infezioni attive che richiedono una terapia sistemica.
- Positività per anticorpi anti HIV 1/ 2.
- Epatite B (HBsAg positive) o epatite C (HCV RNA positivo).
- Somministrazione di vaccini vivi entro 30 giorni della prima dose di trattamento sperimentale.
- Donne fertili con un test di gravidanza positivo all'arruolamento o prima della somministrazione del Farmaco sperimentale.

Schema di trattamento: 

Ogni paziente riceverà FOLFOXIRl/ bevacizumab più nivolumab ogni 2 settimane per 8 cicli, seguiti da un mantenimento con bevacizumab più nivolumab ogni 2 settimane fino a progressione, tossicità inaccettabile o decisione del medico/ paziente. Bevacizumab sarà somministrato per via endovenosa alla dose di 5 mg/kg ogni 2 settimane. Nivolumab verrà somministrato alla dose fissa di 240 mg ogni 2 settimane. Folfoxiri sarà somministrato per via endovenosa alla dose di 165 mg/m2 di irinotecano in 60 minuti, seguito da oxaliplatino ev alla dose di 85mg/m2, somministrato assieme ad acido folinico alla dose di 200 mg/m2 in 120 minuti, seguiti da fluorouracile 3200 mg/m2 in infusion continua per 48 ore.

Trattamento sperimentale: 

In questo studio i pazienti candidati a ricevere una terapia di prima linea per carcinoma colorettale verranno trattati con 8 cicli di folfoxiri+bevacizumab+nivolumab seguiti da mantenimento con bevacizumab + nivolumab

Trattamento di controllo: 

NA

Obiettivi primari dello studio: 

Dimostrare che l'aggiunta di nivolumab alla terapia standard per il carcinoma colorettale di prima linea migliora la Overall Response Rate, in base ai criteri RECIST 1.1.

Obiettivi secondari dello studio: 

- Valutare la sicurezza del trattamento in combinazione di folfoxiri + bevacizumab + nivolumab. Le valutazioni di sicurezza in cluderanno l'incidenza, natura e severità degli eventi avversi e delle anormalità di laboratorio, in base al National Cancer lnstitute (NCI) Common Terminology Criteria for Adverse Events (CTCAE) v. 4.03.

- Valutare l'efficacia in termini di sopravvivenza globale definite come il tempo dall'inizio dello studio alla data di morte per qualunque causa.

- Valutare il tempo alla progressione definito come il tempo intercorso tra la data di inizio del Farmaco sperimentale e la prima data di progressione accertata, basata sulla revisione dell'investigatore secondo i criteri RECIST 1.1 o la morte per qualunque causa, in base all'evento che si verifica per primo.

- Valutare la durata della risposta definite come il tempo intercorso tra la data di prima evidenza di risposta (SD/PR/CR) e la data di progressione accertata o la morte per qualsiasi causa, in base all'evento che si verifica per primo.

- Valutare la qualità di vita dei pazienti utilizzando il questionario EQ-5D.

- Valutare il Tumor Mutation Burden, lo stato MSI e il ruolo dei modelli genetici e molecolari con l'outcome dei pazienti.

Periodo previsto di arruolamento: 12 mesi

Centri partecipanti

Nord Italia

Ospedale S.Orsola Malpighi, Università di Bologna
Via Pietro Albertoni 15 - 40138 Bologna - BO

 

Fondazione Poliambulanza Istituto Ospedaliero
Via Bissolati 57 - 25124 Brescia - BS

 

Istituto Oncologico Veneto IRCCS
Via Gattamelata 64 - 35128 Padova - PD

 

AUSL/IRCCS di Reggio Emilia
Viale Risorgimento 80 - 42123 Reggio nell'Emilia - RE

Riferimento: Dr. Carmine Pinto
Telefono: 0522296614
Email: pinto.carmine@ausl.re.it

 

Centro Italia

AOU Careggi
Largo Brambilla 3 - 50134 Firenze - FI

Riferimento: Dr. Lorenzo Antonuzzo
Telefono: 0557947298
Email: antonuzzol@aou-careggi.toscana.it

 

Università Campus Bio-medico
Via Álvaro del Portillo 200 - 00128 Roma - RM

 

Sud Italia e isole

Presidio Ospedaliero Garibaldi Nesima
Via Palermo 636 - 95122 Catania - CT

 

IRCCS Ospedale Casa Sollievo della Sofferenza
Viale Cappuccini 1 - 71013 San Giovanni Rotondo - FG

 

Istituto Nazionale Tumori IRCCS Fondazione Pascale
Via Mariano Semmola - 80131 Napoli - NA

Informazioni Generali

Protocollo

Numero di iscrizione a registro: NCT04072198

Data di inserimento: 13.11.2019

Promotore

Gruppo Oncologico Italiano di Ricerca Clinica (GOIRC)

CRO

/

Principal Investigator ITALIA

AUSL/IRCCS di Reggio Emilia

Riferimento: Dr. Carmine Pinto

Telefono: 0522296614

Email: pinto.carmine@ausl.re.it

Localita: Reggio Emilia

 

<< Torna a "Tutti gli studi"