ServiziMenu principale

<< Torna a "Ricerca Studi"

Studio randomizzato di fase III, in aperto, di Nivolumab somministrato come terapia di mantenimento precoce versus Nivolumab somministrato come trattamento di II linea alla evidenza di progressione di malattia in pazienti affetti da carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC) avanzato e ad istologia squamosa dopo chemioterapia standard di 1° linea a base di platino - EDEN

Studio Clinico

Patologia: Neoplasie del polmone

Osservazionale-Sperimentale: Sperimentale

Monocentrico-Multicentrico: Multicentrico

Randomizzato: 

Fase di studio: III

Richiesta mandatoria di tessuto: No

Linee di trattamento: Mantenimento

Criteri di inclusione: 

Diagnosi di conferma (citologica e/o istologica) di carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC) ad istologia squamosa.
Soggetti con diagnosi confermata (alla citologia e/o alla istologia) di carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC) ad istologia squamosa in stadio IIIB-IV o recidivato in risposta parziale (PR), completa (CR) o in stabilita di malattia (SD), in accordo a Response Evaluation Criteria in Solid Tumors (RECIST) versione 1.1, dopo 4-6 cicli di chemioterapia standard di 1° linea a base di platino (cisplatino o carboplatino in combinazione con paclitaxel, docetaxel, nab-paclitaxel, gemcitabina o vinorelbina).
Soggetti di sesso maschile o femminile di eta ≥ 18 anni.
Aspettativa di vita ≥ 12 settimane.
Eastern Cooperative Oncology Group (ECOG) performance status (PS) pari a 0,1 o 2.
I pazienti devono aver completato l’ultimo ciclo di chemioterapia a base di platino entro le 8 settimane precedenti alla randomizzazione e devono essere stati sottoposti ad una rivalutazione radiologica della malattia entro le 4 settimane precedenti.
Pazienti che presentano metastasi cerebrali trattate, con lesioni stabili per almeno 4 settimane e che non necessitano di terapia steroidea o in trattamento a dosi stabili (≤10 mg di prednisone o di steroide equivalente) sono includibili nello studio.
La radioterapia deve essere stata completata almeno nei 14 giorni precedenti alla randomizzazione e i pazienti devono aver recuperato da possibili eventi avversi correlati alla radioterapia ad un grado < 1 (fatta eccezione per l’alopecia).
Soggetti di sesso femminile: devono essere in età post-menopausale (definita da un intervallo di tempo dall’ultima mestruazione di almeno 12 mesi) prima della visita di screening, o divenute sterili dopo chirurgia.
Donne in età potenzialmente fertile devono usare 2 metodi di contraccezione efficace dal momento in cui firmano il consenso informato (ICF) fino a 30 giorni dopo l’ultima dose somministrata del farmaco in studio, o devono praticare astinenza sessuale se ciò è in linea con lo stile di vita usuale e le scelte del soggetto. Inoltre, esse dovrebbero evitare qualunque gravidanza nelle successive 23 settimane dall’ultima dose somministrata del farmaco in studio.
Le donne in età potenzialmente fertile devono avere un test di gravidanza su siero o urine (sensibilità minima pari a 25 IU/L o unità equivalenti di HCG) negativo, eseguito entro le 24 ore precedenti l’inizio del trattamento con Nivolumab.
Soggetti di sesso maschile: anche se chirurgicamente sterili (ad esempio, postvasectomia) devono accettare di praticare un efficace metodo contraccettivo di barriera, con tasso di fallimento <1% per anno, durante l’intero periodo di trattamento in studio e per un periodo di 31 settimane dopo l’ultima dose somministrata del farmaco in studio, o devono praticare astinenza sessuale, se ciò è in linea con lo stile di vita usuale e le scelte del soggetto.
I parametri ematochimici allo screening devono rispettare tutti i seguenti criteri e dovranno essere ottenuti entro i 14 giorni precedenti alla randomizzazione: Conta assoluta dei neutrofili (ANC) ≥ 1000/mm3, conta piastrinica ≥ 75,000/mm3 ed emoglobina ≥ 9 g/dL,
Valori sierici di bilirubina totale ≤ 1.5 volte x limite superiore dei valori di normalità (ULN) secondo il laboratorio locale, fatta eccezione per i soggetti con sindrome di Gilbert, i quali possono avere valori di bilirubina totale < 3.0 mg/dL.
Valori sierici di alanina aminotransferasi (ALT) o aspartato aminotransferasi (AST) ≤ 3 x limite superiore dei valori di normalità (ULN) secondo il laboratorio locale (≤ 5 in presenza di metastasi epatiche),
Valori sierici di creatinina ≤ 1.5 x limite ì superiore dei valori di normalità (ULN) secondo il laboratorio locale (se si usa la formula di Cockcroft-Gault). Condizioni cliniche stabili, inclusa assenza di riattivazioni di malattie croniche, infezioni severe, o interventi di chirurgia maggiore entro le 4 settimane. 

Criteri di esclusione: 

Precedente trattamento con Nivolumab o qualsiasi altro agente immunoterapico (anticorpi anti PD-1, anti-PD-L1, anti-PD-L2, anti-CTLA-4, o qualunque altro anticorpo o farmaco che specificamente ha come bersaglio la costimolazione delle cellule T o altri bersagli quali le vie d segnale riguardanti l’immune checkpoint).
Pazienti con evidenza di progressione di malattia dopo 4-6 cicli di chemioterapia di 1° linea a base di platino o che hanno ricevuto un trattamento di 1° linea non a base di platino.
Soggetti con malattia autoimmune in fase attiva, nota o sospetta.
Soggetti con diabete mellito tipo I; ipotiroidismo richiedente solo terapia sostitutiva; malattie della cute, quali vitiligine, psoriasi o alopecia, che non richiedono trattamenti sistemici; o condizioni per le quali non ci si attende il ricorso a trattamenti sistemici in assenza di eventi esterni scatenanti sono arruolabili all’interno dello studio.
Soggetti con una condizione che richiede un trattamento sistemico o con corticosteroidi (> 10 mg di prednisone al giorno o di farmaci equivalenti) o altri trattamenti immunosoppressivi entro i precedenti 14 giorni dalla randomizzazione. Corticosteroidi per uso topico, oculare, intra-articolare, intranasale e per via inalatoria (con minimo assorbimento sistemico) sono consentiti.
Dosi di prednisone > 10 mg o di equivalente steroide usato come terapia sostitutiva nell’insufficienza cortico-surrenalica sono consentite in assenza di malattie autoimmuni attive.
Un breve ciclo di corticosteroidi usati come profilassi (es. per allergia a mezzo di contrasto) o per il trattamento di condizioni mediche di tipo non-autoimmune (ad esempio, reazioni di ipersensibilita ritardata da allergeni da contatto) e consentito.
Pazienti con metastasi cerebrali sintomatiche e/o in progressione o con carcinosi meningea.
Soggetti con metastasi cerebrali sono eleggibili nel caso in cui le metastasi siano state trattate e non ci sia evidenza di progressione alla risonanza magnetica (MRI) o alla tomografia computerizzata (CT) (per un minimo di 4 settimane o piu) dopo il completamento del trattamento radiante ed entro i 28 giorni precedenti alla prima somministrazione di nivolumab.
Inoltre, i soggetti non devono essere in trattamento con steroide o, se sotto steroide, a dosi stabili o decrescenti di 10 mg di prednisone o equivalente.
Poiché esiste un rischio potenziale di tossicità epatica correlata a Nivolumab in monoterapia o in combinazione con altri farmaci, qualunque farmaco potenzialmente epatotossico dovrebbe essere usato con molta cautela in pazienti trattati con un regime di trattamento contenente nivolumab.
Soggetti con precedenti neoplasie (fatta eccezione per tumori della cute di tipo non-melanoma e i seguenti carcinomi in situ: vescica, stomaco, colon, cervice, melanoma, o mammella) sono esclusi a meno che una remissione completa è stata ottenuta almeno nei due anni precedenti all’ingresso nello studio e nessuna ulteriore terapia è richiesta o sia da anticipare durante il periodo di studio. Qualsiasi comorbidità o tossicità non risolta che potrebbe precludere la somministrazione di Nivolumab.
Qualsiasi condizione medica, verificatasi entro i sei mesi precedenti alla somministrazione della prima dose di Nivolumab, che sia considerata rilevante dallo sperimentatore.
La fibrillazione atriale cronica in trattamento stabile con anticoagulante è consentita.
I pazienti portatori di pacemaker possono essere arruolati all’interno dello studio dopo discussione con il Referente clinico dello studio.
Infezioni che richiedono terapie antibiotiche per via endovenosa o altre infezioni severe nei precedenti 14 giorni la somministrazione della prima dose del farmaco in studio.
Per i soggetti di sesso femminile: test sierologico di gravidanza positivo, stato di gravidanza e di allattamento.
Chirurgia entro le 4 settimane (o 2 settimane per interventi di chirurgia minore) precedenti l’arruolamento nello studio, in presenza di una mancanza del completo recupero delle condizioni precedenti o in assenza di una condizione clinica stabile.
L’inserzione di cateteri vascolari è consentita.
Soggetti con malattia polmonare interstiziale (ILD) sintomatica o che può interferire con il riscontro o la gestione di una sospetta tossicità polmonare correlata al farmaco.
Nota positività al test per il virus dell’immunodeficienza umana (HIV) o di sindrome da immunodeficienza acquisita (AIDS).
Qualsiasi test positivo per virus dell’epatite B (HBV) o virus dell’epatite C (HCV), indicativo di infezione acuta o cronica.
Riluttanza o incapacità ad essere compliante con le procedure previste dal protocollo o a cooperare pienamente con lo sperimentatore e con lo staff.

Numero di pazienti previsti: 

388

Schema di trattamento: 

I pazienti randomizzati nel Braccio A riceveranno Nivolumab alla dose fissa di 240 mg in infusione endovenosa di 30 minuti ogni 2 settimane e lo continueranno fino a progressione di malattia, tossicità non consentita, rifiuto del paziente o decisione dello sperimentatore; alla progressione di malattia, tutti i pazienti trattati con nivolumab riceveranno un trattamento chemioterapico standard di 2° linea, in accordo alle linee guida di ogni singolo Centro.

I pazienti nel braccio di controllo (Braccio B) riceveranno la migliore terapia di supporto (BSC) e alla progressione di malattia saranno trattati con Nivolumab alla dose fissa di 240 mg in infusione endovenosa di 30 minuti ogni 2 settimane e lo continueranno fino a progressione di malattia, tossicità non consentita, rifiuto del paziente o decisione dello sperimentatore.

Trattamento sperimentale: 

Nivolumab

Trattamento di controllo: 

migliore terapia di supporto BSC

Obiettivi primari dello studio: 

L’endpoint primario dello studio è la sopravvivenza globale (OS) che sarà misurata dalla data di randomizzazione alla data di morte per qualsiasi causa.

Obiettivi secondari dello studio: 

Sopravvivenza libera da progressione (PFS) che sarà definita come il tempo che parte dalla randomizzazione fino alla progressione di malattia o alla morte per qualsiasi causa.
Sopravvivenza libera da progressione dalla induzione (PFSind) che sarà definita come il tempo che parte dal primo ciclo di chemioterapia fino alla progressione di malattia o alla morte per qualsiasi causa.
Tempo al fallimento dal trattamento (TTF) che sarà definito come il tempo dalla randomizzazione alla sospensione del trattamento per qualsiasi ragione, inclusi progressione di malattia, tossicità correlata al trattamento, scelta del paziente, decisione dello sperimentatore o morte.
Sopravvivenza globale dall’induzione (OSind) che sarà definita come il tempo dal primo ciclo di chemioterapia fino alla morte per qualsiasi causa.

Centri partecipanti

Nord Italia

SC Oncologia ASO SS Antonio e Biagio e C. Arrigo
Via Venezia 16 - 15100 Alessandria - AL
SC Oncologia

Riferimento: Dr. Pierluigi Piovano

 

Cliniche Humanitas Gavazzeni
Via Gavazzeni 21 - 24125 Bergamo - BG
Sez. Oncologia Pneumologica ed Urologica

Riferimento: Dr. Giovanni Luca Ceresoli
Telefono: 0354204500

 

Ospedale Papa Giovanni XXIII Bergamo
Piazza OMS 1 - 24127 Bergamo - BG
UO Oncologia Medica

Riferimento: Dr.ssa Anna Bettini

 

Azienda USL di Bologna, Ospedale Bellaria
Via Altura 3 - 40139 Bologna - BO
UOC di Oncologia

Riferimento: Dr.ssa Alba Brandes
Telefono: 0516225606
Email: a.brandes@ausl.bologna.it

 

Ospedale S.Orsola Malpighi, Università di Bologna
Via Pietro Albertoni 15 - 40138 Bologna - BO
UO di Oncologia Medica

Riferimento: Dr. Andrea Ardizzoni
Telefono: 0512142206
Email: andrea.ardizzoni@aosp.bo.it

 

Ospedale Santa Maria della Scaletta
Via Montericco 4 - 40028 Imola - BO
UOC Oncologia

Riferimento: Dr. Antonio Maestri

 

Ospedale di Bolzano
Via Lorenz Boehler 5 - 39100 Bolzano - BZ
Divisione di Oncologia Medica

Riferimento: Dr. Emanuela Vattemi

 

ASST di Cremona
Viale Concordia 1 - 26100 Cremona - CR
SC di Oncologia

Riferimento: Dr. Matteo Brighenti

 

Azienda Ospedaliera S. Croce e Carle di Cuneo
Via Michele Coppino 26 - 12100 Cuneo - CN
Ospedale Carle; via Carle 5 - fraz. Confreria (CN). Dipartimento di Oncologia Medica

Riferimento: Dr.ssa Ida Colantonio

 

Azienda Ospedaliero Universitaria di Ferrara
Via Aldo Moro 8 - 44124 Cona - FE
UO di Oncologia Ematologia

Riferimento: Dr. Antonio Frassoldati
Telefono: 0532239209
Email: a.frassoldati@ospfe.it

 

IRCCS - IRST
Via P. Maroncelli 40 - 47014 Meldola - FC
Oncologia Medica

Riferimento: Dr. Angelo Del Monte

 

IRCCS A.O.U. San Martino - IST
Largo Rosanna Benzi 10 - 16132 Genova - GE
UOS Tumori Polmonari

Riferimento: Dr. Francesco Grossi

 

Ospedale di Carpi e Mirandola
Via G. Molinari 2 - 41012 Carpi - MO
UO Medicina Oncologica

Riferimento: Dr.ssa Lucia Longo

 

A.O.U. Policlinico di Modena
Via del Pozzo 71 - 41100 Modena - MO
Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche, Materno Infantili e dell'adulto

Riferimento: Dr. Fausto Barbieri

 

A.O. San Gerardo
Via Pergolesi 33 - 20900 Monza - MB

Riferimento: Dr. Diego Cortinovis
Email: d.cortinovis@hsgerardo.org

 

Istituto Oncologico Veneto IRCCS
Via Gattamelata 64 - 35128 Padova - PD
UOC di Oncologia Medica 2

Riferimento: Dr.ssa Giulia Pasello
Email: giulia.pasello@ioveneto.it

 

Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma
Via Gramsci 14 - 43126 Parma - PR
UOC di Oncologia Medica

Riferimento: Dr. Marcello Tiseo
Email: mtiseo@ao.pr.it

 

Ospedale di Piacenza
Via Taverna 49 - 29121 Piacenza - PC
U.O. Oncologia medica

Riferimento: Dr. Luigi Cavanna
Telefono: 0523302697
Email: l.cavanna@ausl.pc.it

 

Ospedale di S. Maria Nuova - Reggio Emilia
Viale Risorgimento 80 - 42100 Reggio nell'Emilia - RE
SC di Oncologia. IRCCS - Istituto in Tecnologie Avanzate e Modelli Assistenziali in Oncologia

Riferimento: Dr.ssa Francesca Zanelli
Telefono: 0522296620
Email: zanelli.francesca@ausl.re.it

 

Ospedale “Infermi” Rimini
Via Settembrini 2 - 47923 Rimini - RN
UO di Oncologia

Riferimento: Dr. Maxmilian Papi
Email: maximilian.papi@auslromagna.it

 

Presidio ospedaliero di Santa Chiara
Largo Medaglie d'Oro 1 - 38122 Trento - TN
U.O. Oncologia Medica

Riferimento: Dr. Matteo Bertolin

 

Azienda Ospedaliera Santa Maria della Misericordia
Piazzale Santa Maria della Misericordia 15 - 33100 Udine - UD
Reparto di Oncologia

Riferimento: Dr. Alessandro Follador

 

A.O. Busto Arsizio - P.O. Saronno
Piazzale Borella 1 - 21047 Saronno - VA
ASST Valle Olona - UOC di Oncologia Medica

Riferimento: Dr. Claudio Verusio
Telefono: 029613576
Email: claudio.verusio@asst-valleolona.it

 

A.U.L.S.S. 21 Legnago
Via Gianella 1 - 37045 Legnago - VR
Azienda ULSS21 di Legnago (VR)

Riferimento: Dr. Andrea Bonetti
Telefono: 0442622624

 

Ospedale Sacro Cuore Don Calabria
Via Via Don A. Sempreboni 5 - 37024 Negrar - VR
Oncologia Medica

Riferimento: Dr.ssa Stefania Gori
Telefono: 0456013472
Email: stefania.gori@sacrocuore.it

 

AOUI Verona - Borgo Trento
Piazzale Aristide Stefani 1 - 37126 Verona - VR
U.S.O. GIVOP Oncologia

Riferimento: Dr. Antonio Santo

 

Centro Italia

AOU Careggi
Largo Brambilla 3 - 50134 Firenze - FI
S.C. Oncologia Medica 1

Riferimento: Dr.ssa Francesca Mazzoni

 

Ospedale Versilia
Via Aurelia 335 - 55041 Lido di Camaiore - LU
AUSL 12 Viareggio. Oncologia Medica

Riferimento: Dr. Andrea Camerini

 

Ospedale San Luca
Via Guglielmo Lippi Francesconi - 55100 Lucca - LU
Azienda USL Toscana nord ovest - Dipartimento Oncologico

Riferimento: Dr.ssa Editta Baldini
Telefono: 0583449545
Email: editta.baldini@gmail.com

 

Azienda Ospedaliera di Perugia
Via Dottori 1 - 06132 Perugia - PG
Ospedale S. Maria della Misericordia. S.C. di Oncologia Medica

Riferimento: Dr.ssa Rita Chiari

 

Ospedale Riuniti Marche NORD
Via Vittorio Veneto 2 - 61032 Fano - PU
Presidio Santa Croce AO. UOC di Oncologia Medica

Riferimento: Dr. Paolo Lippe
Telefono: 0721882396
Email: paolo.lippe@ospedalimarchenord.it

 

AOU Pisana - Santa Chiara
Via Roma 67 - 56126 Pisa - PI
Dipartimento Medico in Oncologia

Riferimento: Dr. Enrico Vasile

 

Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini
Via Portuense 332 - 00149 Roma - RM
Pneumologia Indirizzo Oncologico 1

Riferimento: Dr.ssa Rita Migliorino
Telefono: 065554670
Email: mmigliorino@scamilloforlanini.rm.it

 

Università La Sapienza Policlinico Umberto I
Viale del Policlinico 155 - 00161 Roma - RM
Dipartimento di scienze radiologiche, oncologiche e anatomo-patologiche. UOC Oncologia B

Riferimento: Prof. Enrico Cortesi
Telefono: 064462982
Email: dhoncologico.cortesi@uniroma1.it

 

Sud Italia e isole

Istituto Tumori “Giovanni Paolo II” IRCCS
Viale Orazio Flacco 65 - 70124 Bari - BA
UOC di Oncologia Medica

Riferimento: Dr. Domenico Galetta

 

Ospedale Senatore Antonio Perrino
St.Statale 7 per Mesagne - 72100 Brindisi - BR
UOC Oncologia Medica

Riferimento: Dr. Saverio Cinieri
Telefono: 0831537217

 

AOU Policlinico Vittorio Emanuele PO G. Rodolico
Via S. Sofia 78 - 95123 Catania - CT
Oncologia Medica

Riferimento: Dr. Hector Soto Parra
Telefono: 0953781496
Email: hsotoparra@yahoo.it

 

AORN Cardarelli
Via A Cardarelli 9 - 80131 napoli - NA
S.C. di Oncologia Medica

Riferimento: Dr. Giacomo Cartenì
Telefono: 0817472221
Email: cartenigiacomo@gmail.com

 

Azienda Ospedaliera Vincenzo Monaldi
Via Leonardo Bianchi 1 - 80131 Napoli - NA
UOC Pneumologia ad indirizzo oncologico

Riferimento: Dr. Danilo Rocco

 

Ospedale Civile SS Annunziata
Via Enrico de Nicola 14 - 07100 Sassari - SS
ASL n. 1 di Sassari - UO Oncologia Medica

Riferimento: Dr. Antonio Pazzola
Telefono: 0792061556
Email: antonio.pazzola@tiscali.it

Informazioni Generali

Protocollo

Numero di iscrizione a registro: 2016-003030-24

Data di inserimento: 12.01.2018

Promotore

Gruppo Oncologico Italiano di Ricerca Clinica (GOIRC)

Riferimento: Dr. Marcello Tiseo

Telefono: 0521702316

Email: mtiseo@ao.pr.it

Localita: Parma

CRO

NA

Principal Investigator ITALIA

UOC Oncologia Medica, Azienda Ospedaliero-Universitaria Sant’Orsola Malpighi, Bologna

Riferimento: Dr. Andrea Ardizzoni

Telefono: 0512142206

Email: andrea.ardizzoni@aosp.bo.it

Localita: Bologna

 

<< Torna a "Ricerca Studi"