ServiziMenu principale

<< Torna a "Ricerca Studi"

TRITON3: Studio in aperto, randomizzato, multicentrico di fase 3 su rucaparib rispetto alla scelta terapeutica del medico in pazienti affetti da tumore alla prostata metastatico resistente alla castrazione associato a deficit di ricombinazione omologa - CO-338-063

Studio Clinico

Patologia: Carcinoma della prostata

Osservazionale-Sperimentale: Sperimentale

Monocentrico-Multicentrico: Multicentrico

Randomizzato: 

Fase di studio: III

Richiesta mandatoria di tessuto: 

Linee di trattamento: Seconda linea, Terza/N linea

Criteri di inclusione: 

Tutti i pazienti che si arruolano nello studio devono soddisfare tutti i seguenti criteri di inclusione:
1. Aver firmato il modulo di consenso informato approvato da un Comitato etico indipendente prima di sottoporsi a qualsiasi valutazione specifica dello studio
2. Essere soggetti maschili con un'età ≥18 anni al momento della firma del modulo di consenso informato
3. Presentare un adenocarcinoma o tumore alla prostata scarsamente differenziato confermato istologicamente o citologicamente (sono escluse istologie pure a cellule piccole o istologie neuroendocrine pure di alto grado; è consentito il differenziamento neuroendocrino)
4. Presentare castrazione medica o chirurgica, con livelli sierici di testosterone ≤50 ng/dl (1,73 nM). Se il paziente è attualmente trattato con agonisti dell’ormone di rilascio dell’ormone luteinizzante (LHRH) (pazienti che non si sono sottoposti a una orchiectomia), la terapia deve essere proseguita per tutto lo studio
5. Essere idonei al trattamento con la terapia di comparazione scelta dal medico, selezionata prima della randomizzazione, in base alle informazioni di prescrizione corrispondenti
6. Presentare evidenza di progressione della malattia dopo il trattamento con 1 precedente terapia diretta contro l’AR di nuova generazione (abiraterone acetato, enzalutamide o agente sperimentale diretto contro l’AR) per malattia resistente alla castrazione (il trattamento con le terapie anti-androgeniche meno recenti, come bicalutamide, flutamide e nilutamide, non viene conteggiato all’interno di questo limite).
La progressione della malattia dopo l’inizio della terapia più recente si basa su uno qualsiasi tra i seguenti criteri:
    a. Aumento del PSA: un minimo di due livelli crescenti consecutivi, con un intervallo di ≥1 settimana tra ciascuna determinazione. La misurazione più recente allo screening deve aver dato un valore ≥2 ng/ml
    b. Diagnostica per immagini transassiale: masse di tessuto molle nuove o progressive alla TAC o RMI definite secondo la Versione 1.1 dei criteri RECIST modificati
    c. Scintigrafia ossea con radionuclidi: almeno 2 lesioni metastatiche nuove
7. Presentare evidenza molecolare di mCRPC associato a una mutazione genica deleteria di BRCA1/2 o ATM. Lo stato mutazionale può essere determinato da un laboratorio locale con il risultato documentato nella cartella clinica del paziente o identificato dal laboratorio centrale dello sponsor tramite l’analisi del plasma, del tessuto tumorale archiviato o della biopsia tissutale eseguita durante la Fase di screening
8. Presentare uno stato di validità pari a 0 o 1 secondo il Gruppo cooperativo orientale di oncologia (ECOG)
9. Avere un’adeguata funzionalità organica confermata dai seguenti valori clinici di laboratorio ottenuti entro 14 giorni dalla prima dose di farmaco dello studio:
    a. Funzionalità del midollo osseo
        i. Conta assoluta dei neutrofili (ANC) ≥1,5 x 109/l
        ii. Piastrine >100 × 109/l
        iii. Emoglobina ≥10 g/dl indipendentemente da una trasfusione eseguita entro 14 giorni
    b. Funzionalità epatica
        i. Aspartato aminotransferasi (AST) e alanina aminotransferasi (ALT) ≤3 volte il limite superiore della norma (ULN)
        ii. Bilirubina ≤1,5 volte l’ULN (<2 volte l’ULN se l’iperbilirubinemia è dovuta alla sindrome di Gilbert)
    c. Funzionalità renale
        i. Creatinina sierica ≤1,5 volte l’ULN o velocità stimata di filtrazione glomerulare (GFR) ≥45 ml/min utilizzando la formula di Cockcroft-Gault
10. I pazienti di sesso maschile con compagne in età fertile possono essere arruolati se:
    a. Presentano una documentazione che confermi di essere stati resi sterili chirurgicamente (ovvero, mediante vasectomia); oppure
    b. Si impegnano a praticare l’astinenza assoluta durante il trattamento e per 4 mesi successivi all’ultima dose di farmaco dello studio; oppure
    c. Si impegnano a utilizzare un metodo contraccettivo altamente efficace (fare riferimento al protocollo) con la loro compagna durante il trattamento e per 4 mesi successivi all’ultima dose di farmaco dello studio
11. Hanno un’aspettativa di vita di almeno 6 mesi

Criteri di esclusione: 

I pazienti saranno esclusi dalla partecipazione se soddisfano uno qualsiasi dei seguenti criteri:
1. Presentano una seconda neoplasia attiva, ad eccezione di carcinoma cutaneo non-melanoma trattato a scopo curativo, carcinoma in situ o carcinoma della vescica superficiale
    - I pazienti con un’anamnesi di neoplasia completamente trattata e che attualmente non presentano alcuna evidenza di quel tumore possono arruolarsi nello studio, a condizione che tutte le terapie siano state completate >6 mesi prima e/o trapianto di midollo osseo (BMT) effettuato >2 anni precedenti alla prima dose di rucaparib
2. Hanno ricevuto un precedente trattamento con qualsiasi PARPi
3. Hanno ricevuto un precedente trattamento con chemioterapia (ad es., docetaxel, mitoxantrone, ciclofosfamide, agenti a base di platino) per l’mCRPC. È consentito il precedente trattamento con docetaxel (o altra chemioterapia con tassani) somministrato per malattia sensibile alla castrazione
4. Presentano metastasi del sistema nervoso centrale (SNC) sintomatiche e/o non trattate. I pazienti con metastasi asintomatiche del SNC precedentemente trattate sono idonei a condizione che siano rimasti clinicamente stabili (non abbiano richiesto l’uso di steroidi per almeno 4 settimane precedenti alla prima dose di farmaco dello studio) e che dispongano di opportune scansioni alla valutazione di screening
5. Presentano compressione del midollo spinale sintomatica o imminente, salvo se adeguatamente trattata, clinicamente stabile e asintomatica
6. Hanno uno stent duodenale pre-esistente e/o qualsiasi disturbo o difetto gastrointestinale che, a giudizio dello sperimentatore, interferirebbe con l’assorbimento del farmaco dello studio
7. Sono affetti da una malattia nota correlata al virus dell’immunodeficienza umana (HIV) o alla sindrome da immunodeficienza acquisita (AIDS) o anamnesi di epatite B o C cronica
8. Hanno ricevuto un trattamento con chemioterapia, terapia ormonale (ad eccezione di analoghi dell’LHRH), radioterapia, terapia con anticorpi, immunoterapia, terapia genica, inibitori dell’angiogenesi o farmaci sperimentali entro 14 giorni precedenti alla prima dose di farmaco dello studio
9. Mostrano un effetto avverso della precedente terapia che non si è risolto a Grado ≤1, esclusa l’alopecia, secondo i Criteri terminologici comuni per gli eventi avversi (CTCAE) dell’Istituto nazionale dei tumori (NCI). Può essere ammessa una tossicità non ematologica di Grado 2 in corso correlata al regime terapeutico più recente, salvo previa approvazione da parte dello sponsor
10. Hanno iniziato una terapia con bifosfonato o denosumab o ne hanno aggiustato la dose/il regime entro 28 giorni precedenti alla prima dose di farmaco dello studio. I pazienti sottoposti a un regime stabile con bifosfonato o denosumab sono idonei e possono continuare il trattamento
11. Sono stati sottoposti a una procedura chirurgica minore non correlata allo studio ≤5 giorni, o procedura chirurgica maggiore ≤21 giorni, precedenti alla prima dose di farmaco dello studio; in tutti i casi, il paziente deve essersi sufficientemente ripreso ed essere stabile prima della somministrazione del trattamento
12. Presentano qualsiasi altra condizione che potrebbe aumentare il rischio associato con la partecipazione allo studio o che potrebbe interferire con l’interpretazione dei risultati dello studio e, a giudizio dello sperimentatore, renderebbe il paziente non idoneo a partecipare allo studio
A nessun paziente che si arruola nello studio saranno consentite deroghe a questi criteri di inclusione o esclusione da parte dello sperimentatore e dello sponsor o dei suoi designati.

Schema di trattamento: 

Rucaparib:
La dose iniziale e il regime di rucaparib è di 600 mg assunti BID.

Abiraterone acetato+prednisone:
La dose iniziale di abiraterone è di 1.000 mg per via orale una volta al giorno (QD). Prednisone deve essere somministrato contemporaneamente a una dose di 10 mg/giorno per via orale.

Docetaxel+prednisone:
Docetaxel alla dose di 75 mg/m2 deve essere somministrato per via endovenosa (EV) ogni 3 settimane, per un massimo di 10 cicli. Docetaxel viene somministrato in combinazione con prednisone o prednisolone alla dose di 5 mg BID

 

 

Trattamento sperimentale: 

Rucaparib compresse

Trattamento di controllo: 

Abiraterone acetato+prednisone o
Enzalutamide o
Docetaxel+prednisone

Obiettivi primari dello studio: 

Valutare l’efficacia di rucaparib rispetto al trattamento scelto dal medico sulla base della sopravvivenza libera da progressione radiografica (rPFS) in pazienti affetti da mCRPC con HRD che hanno subìto progressione durante la precedente terapia diretta contro l’AR e che non hanno ancora ricevuto la chemioterapia nel contesto di resistenza alla castrazione.

Centri partecipanti

Nord Italia

IRCCS - IRST
Via P. Maroncelli 40 - 47014 Meldola - FC
In corso di attivazione

Riferimento: Dr. Ugo De Giorgi

 

Istituto Europeo di Oncologia
Via Ripamonti 435 - 20141 Milano - MI
In corso di attivazione

Riferimento: Dr. Franco Nolè
Telefono: 0257489460
Email: franco.nole@ieo.it

 

A.O.U. Policlinico di Modena
Via del Pozzo 71 - 41100 Modena - MO
In corso di attivazione

Riferimento: Prof. Roberto Sabbatini
Email: roberto.sabbatini@unimore.it

 

Presidio ospedaliero di Santa Chiara
Largo Medaglie d'Oro 1 - 38122 Trento - TN
In corso di attivazione

Riferimento: Dr. Orazio Caffo
Telefono: 0461902478
Email: orazio.caffo@apss.tn.it

 

Centro Italia

Istituto Toscano Tumori Ospedale San Donato
Via Pietro Nenni 20 - 52100 Arezzo - AR
In corso di attivazione

Riferimento: Dr. Sergio Bracarda
Telefono: 0575255439
Email: sergio.bracarda@uslsudest.toscana.it

 

Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini
Via Portuense 332 - 00149 Roma - RM

Riferimento: Prof.ssa Cora N. Sternberg
Telefono: 0658704846
Email: csternberg@scamilloforlanini.rm.it

 

AO S. Maria Terni
Via Tristano di Joannuccio 1 - 05100 Terni - TR
In corso di attivazione

Riferimento: Dr.ssa Claudia Caserta

Informazioni Generali

Protocollo

Numero di iscrizione a registro: NCT02975934

Data di inserimento: 25.06.2018

Promotore

Clovis Oncology, Inc.

CRO

NA

Principal Investigator ITALIA

Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini, Roma

Riferimento: Prof.ssa Cora N. Sternberg

Telefono: 0658704846

Email: csternberg@scamilloforlanini.rm.it

Localita: Roma

 

<< Torna a "Ricerca Studi"