ServiziMenu principale

<< Torna a "Tutti gli studi"

XENERATM-1: studio multicentrico, in doppio cieco, controllato verso placebo, randomizzato, di fase II, per comparare l’efficacia di xentuzumab in combinazione con everolimus e exemestane verso everolimus e exemestane in donne in post-menopausa con carcinoma metastatico della mammella HR+/HER2-, senza malattia viscerale. 1280-0022

Studio Clinico

Patologia: Neoplasie della mammella

Osservazionale-Sperimentale: Sperimentale

Monocentrico-Multicentrico: Multicentrico

Randomizzato: 

Fase di studio: II

Richiesta mandatoria di tessuto: 

Linee di trattamento: Prima linea, Seconda linea

Criteri di inclusione: 

1. Cancro della mammella confermato istologicamente con stato ER-positivo e/o PgR-positivo e HER2-negativo in caso di presenza nel campione di almeno l'1% di nuclei tumorali positivi come definito nelle pertinenti Linee guida dell'American Society of Clinical Oncology (ASCO)/College of American Pathologists (CAP);
2. Cancro della mammella metastatico o localmente avanzato ritenuto non idoneo per un intervento chirurgico curativo o radioterapia curativa;
3. Tutte le pazienti devono acconsentire a fornire un campione bioptico tissutale fissato in formalina e incluso in paraffina (Formalin-Fixed Paraffin-Embedded, FFPE) prelevato preferibilmente al momento della presentazione con malattia ricorrente o metastatica. È accettabile la fornitura di eventuale tessuto d'archivio, ad esempio per le pazienti la cui malattia interessa solo le ossa;
4. Le pazienti devono soddisfare i seguenti criteri relativi alla terapia precedente:
    - Progressione durante il trattamento o nei 12 mesi successivi al completamento della terapia adiuvante con un inibitore dell'aromatasi e/o tamoxifene se in post-menopausa, o tamoxifene se in pre o peri-menopausa
OPPURE
    Progressione durante o 1 mese dopo il termine della precedente terapia con un inibitore dell'aromatasi per il cancro della mammella avanzato/metastatico se in post-menopausa, o del precedente trattamento endocrino per il cancro della mammella avanzato/metastatico se in pre o peri-menopausa.
5. Le pazienti non devono aver ricevuto più di una precedente linea terapeutica a base di un inibitore dell'aromatasi non steroideo. È ammesso il trattamento precedente con una linea di inibitori del CDK4/6;
6. Sarà consentito il trattamento precedente con fulvestrant se si è protratto per almeno 2 anni nel contesto adiuvante o per almeno 6 mesi nel contesto metastatico;
7. Pazienti di età ≥18 anni al momento del consenso informato o età superiore ai 18 anni, nel caso in cui la legge nazionale imponga tale requisito per fornire il consenso. Le pazienti devono altresì essere in post-menopausa. Lo stato post-menopausale è definito secondo i seguenti criteri:
    - Età ≥50 anni, amenorrea da un anno o più in assenza di una causa fisiologica o patologica e livelli sierici di estradiolo e ormone follicolo-stimolante (Follicle-Stimulating Hormone, FSH) rientranti nell'intervallo di riferimento del laboratorio per le donne in post-menopausa;
    - Menopausa indotta chirurgicamente mediante ooforectomia bilaterale;
8. Pazienti per le quali è indicato il trattamento combinato con everolimus ed exemestane;
9. Le pazienti devono presentare:
    - Almeno una lesione non viscerale misurabile secondo i criteri RECIST versione 1.1 nei linfonodi, nei tessuti molli o nella cute
E/O
    - Almeno una lesione non viscerale misurabile secondo i criteri RECIST versione 1.1 di natura litica o mista (litica + blastica) nelle ossa
E/O
    - Almeno una lesione ossea litica o mista (litica + blastica) non misurabile secondo i criteri RECIST versione 1.1;
10. Punteggio pari a 0 o 1 per lo stato prestazionale secondo i criteri dell'Eastern Cooperative Oncology Group (ECOG);
11. Livello di glucosio nel plasma a digiuno <8,9 mmol/l (<160 mg/dl) e HbA1c <8,0%;
12. Funzionalità organica adeguata, definita secondo i seguenti criteri:
    a) Conta assoluta dei neutrofili (Absolute Neutrophil Count, ANC) ≥1.500/mm3;
    b) Conta piastrinica ≥100.000/mm3;
    c) Rapporto internazionale normalizzato (International Normalised Ratio, INR) ≤2,0;
    d) Creatinina sierica ≤1,5 volte il limite superiore della norma istituzionale (Upper Limit of Normal, ULN) o clearance della creatinina ≥50 ml/min (misurata o calcolata mediante la formula di Cockcroft e Gault);
    e) Bilirubina totale ≤1,5 volte l'ULN (la bilirubina totale nelle pazienti affette da sindrome di Gilbert deve essere <4 volte l'ULN);
    f) Aspartato aminotransferasi (AST) e alanina aminotransferasi (ALT) ≤2,5 volte l'ULN;
    g) Trigliceridi a digiuno ≤300 mg/dl o 3,42 mmol/l;
    h) Emoglobina (Hgb) ≥9,0 g/dl;
13. Guarigione dopo eventuale tossicità associata alla terapia precedente di grado ≤1 all'ingresso nello studio (fatta eccezione per la neuropatia sensoriale stabile di grado ≤2 e l'alopecia).

Criteri di esclusione: 

1. Trattamento precedente a base di agenti con target nel patway dell'IGF, del PI3K, dell'AKT o dell'mTOR (sirolimus, temsirolimus, ecc.);
2. Trattamento precedente con exemestane (fatta eccezione per il trattamento adiuvante a base di exemestane interrotto >12 mesi prima dell'inizio del trattamento in studio, purché la paziente non sperimenti recidive durante o entro i 12 mesi successivi al termine del trattamento adiuvante a base del suddetto agente);
3. Evidenza di metastasi viscerali (ovvero metastasi epatiche, polmonari, peritoneali o pleuriche, effusioni pleuriche maligne ed effusioni peritoneali maligne)
4. Anamnesi o evidenza di malattia metastatica a carico del cervello;
5. Carcinomatosi leptomeningea;
6. Ipersensibilità nota a qualsiasi farmaco in studio o ai loro eccipienti;
7. Qualsiasi controindicazione al trattamento con everolimus o exemestane;
8. Qualsiasi chemioterapia precedente per il cancro della mammella metastatico HR+ HER2-;
9. Radioterapia nelle 4 settimane precedenti all'inizio del trattamento in studio, fatta eccezione per la radioterapia localizzata per scopo analgesico o per lesioni litiche a rischio di frattura, la quale può essere completata entro 2 settimane prima dell'inizio del trattamento in studio;
10. Intervento chirurgico maggiore (secondo la valutazione dello sperimentatore) eseguito nelle 4 settimane precedenti alla randomizzazione o programmato dopo lo screening;
11. Uso di terapia sistemica concomitante mirata agli ormoni sessuali (ad esempio Megace) nelle 2 settimane prima dell'inizio del trattamento sperimentale;
12. Anamnesi o presenza di anomalie cardiovascolari, quali ipertensione non controllata, insufficienza cardiaca congestizia di grado ≥3 secondo la classificazione della NYHA, angina instabile o aritmia scarsamente controllata che, secondo il parere dello sperimentatore, sono rilevanti dal punto di visita clinico. Costituisce un criterio di esclusione anche l'infarto del miocardio verificatosi nei 6 mesi precedenti alla randomizzazione;
13. Anamnesi o presenza concomitante di una condizione che, secondo il parere dello sperimentatore, comprometterebbe la capacità della paziente di partecipare debitamente allo studio o interferirebbe con la valutazione dell'efficacia e della sicurezza dei farmaci in studio;
14. Neoplasie maligne precedenti o concomitanti presso altri siti, eccetto le seguenti forme neoplastiche efficacemente trattate:
    a) Cancro della pelle diverso dal melanoma;
    b) Carcinoma in situ della cervice;
    c) Carcinoma duttale in situ;
    d) Altre neoplasie maligne in remissione da oltre 3 anni e considerate curate;
15. Malattia polmonare interstiziale (Interstitial Lung Disease, ILD) pre-esistente nota;
16. Infezione da epatite B attiva nota (definita come la presenza dell'antigene di superficie dell'epatite B e/o DNA dell'epatite B), infezione da epatite C attiva (definita come la presenza di RNA dell'epatite C) e/o paziente notoriamente portatrice del virus dell'immunodeficienza umana (HIV);
17. Malattia infettiva attiva che, secondo il parere dello sperimentatore, espone la paziente ad un rischio maggiore;
18. Anamnesi o presenza di disturbi gastrointestinali non controllati che, secondo il parere dello sperimentatore, potrebbero inficiare l'assunzione e/o l'assorbimento del farmaco in studio (ad esempio nausea, vomito non controllato, morbo di Crohn, colite ulcerativa, diarrea cronica, malassorbimento);
19. Randomizzazione precedente in questa sperimentazione;
20. Partecipazione concomitante ad un'altra sperimentazione clinica con un dispositivo o farmaco sperimentale;
21. Trattamento concomitante a base di agenti immunosoppressivi o uso cronico di corticosteroidi, fatti salvi i casi di cui sotto:
    - Applicazioni topiche (ad esempio per eruzioni cutanee), spray per inalazione (ad esempio per malattie ostruttive delle vie aeree), colliri, collutori o iniezioni locali (ad esempio intra-articolari);
    - Trattamento con dosi basse stabili di corticosteroidi per almeno due settimane prima dell'ingresso nello studio;
22. Pazienti che devono o intendono proseguire l'assunzione di farmaci soggetti a restrizioni (consultare la Sezione 4.2.2.1 del protocollo di studio) o qualsiasi farmaco considerato potenzialmente in grado di interferire con la conduzione sicura dello studio. È ammesso il trattamento con denosumab/bifosfonati;
23. Trattamento con ormoni della crescita o inibitori degli ormoni della crescita.

Trattamento sperimentale: 

Xentuzumab-everolimus-exemestane

Trattamento di controllo: 

Placebo-everolimus-exemestane

Obiettivi primari dello studio: 

L’obiettivo principale dello studio è quello di valutare l’efficacia di xentuzumab in combinazione con everolimus ed exemestane verso everolimus ed exemestane in pazienti di sesso femminile in post-menopausa con carcinoma avanzato o metastatico della mammella HR+/HER2-, senza coinvolgimento viscerale

Centri partecipanti

Nord Italia

IRCCS A.O.U. San Martino - IST
Largo Rosanna Benzi 10 - 16132 Genova - GE
Oncologia Medica 2

 

Istituto Oncologico Veneto IRCCS
Via Gattamelata 64 - 35128 Padova - PD
Oncologia Medica 2

 

Centro Italia

Azienda Ospedaliera Sant'Andrea
Via di Grottarossa 1035 - 00189 Roma - RM
UOC Oncologia

Riferimento: Prof. Paolo Marchetti
Telefono: 0633775831
Email: paolo.marchetti@uniroma1.it

 

Sud Italia e isole

Istituto Nazionale Tumori IRCCS Fondazione Pascale
Via Mariano Semmola - 80131 Napoli - NA
Oncologia Medica Senologica

Informazioni Generali

Protocollo

Numero di iscrizione a registro: 2017-003131-11

Data di inserimento: 11.01.2019

Promotore

Boehringer Ingelheim

CRO

/

Principal Investigator ITALIA

Azienda Ospedaliera Universitaria Sant'Andrea, Roma

Riferimento: Prof. Paolo Marchetti

Telefono: 0633775831

Email: paolo.marchetti@uniroma1.it

Localita: Roma

 

<< Torna a "Tutti gli studi"