ServiziMenu principale

<< Torna a "Studi Fase I"

Studio di Fase 1, condotto per la prima volta sull’uomo, in aperto, con incremento della dose di JNJ-61186372, un anticorpo umano bispecifico per EGFR e cMet, in soggetti con carcinoma polmonare non a piccole cellule in stadio avanzato - 61186372EDI1001 - CHRYSALIS

Studio Clinico

Patologia: Neoplasie del polmone

Osservazionale-Sperimentale: Sperimentale

Monocentrico-Multicentrico: Monocentrico

Randomizzato: No

Fase di studio: 1,

Linee di trattamento: Seconda linea, Terza/N linea

Criteri di inclusione: 

Nella Parte 1 dello studio (Dose escalation e combinazione con la chemioterapia), saranno arruolati soggetti con NSCLC avanzato. Solo per la Parte 1 Escalation della dose combinata con lazertinib, i soggetti dovranno avere ricevuto una diagnosi di mutazione attivante dell’EGFR (esone 19del o L858R) o dovranno avere manifestato una progressione della malattia a seguito del trattamento di prima linea con TKI di prima o seconda generazione o essere stati trattati con un TKI di terza generazione in un contesto di prima linea o seconda linea. Il numero totale di soggetti arruolati dipenderà dal livello di dose a cui viene raggiunta la MTD o la MAD, e dall’eventuale necessità di espandere le coorti. All’interno della coorte di combinazione con la chemioterapia nella Parte 1, saranno arruolati soggetti con NSCLC avanzato che sono eleggibili a ricevere il trattamento con lo standard di cura carboplatino e pemetrexed.

Nella Parte 2 dello studio (Dose Expansion), circa 220 soggetti con NSCLC avanzato precedentemente trattato che presentano una mutazione attivante EGFR o cMet precedentemente diagnosticate e malattia misurabile, saranno inizialmente arruolati in una delle 7 distinte coorti, come definito da quanto segue:

Monoterapia:

- Coorte A (chiusa con l’emendamento 4): soggetti precedentemente trattati, con progressione tumorale dipendente da EGFR.
- Coorte B (chiusa con l’emendamento 4): soggetti precedentemente trattati, con progressione tumorale indipendente da EGFR.
- Coorte C: soggetti con alterazioni documentate di EGFR (ad es. C797S) che mediano la resistenza al trattamento precedente con un EGFR TKI di terza generazione (ad es. Osimertinib). In soggetti con malattia primaria da inserzione nell’Esone 20, l’alterazione di EGFR documentata può insorgere a seguito del trattamento con un TKI con attività nota verso malattia da inserzione nell’Esone 20 (es. Poziotinib).
- Coorte D: soggetti con mutazione attivante EGFR da inserzione nell’Esone 20 precedentemente diagnosticata che non sono stati precedentemente trattati con un TKI con attività nota verso malattia da inserzione nell’Esone 20 (es. Poziotinib).
- Coorte MET-1: soggetti con mutazione primaria EGFR documentata e amplificazione o mutazione MET documentata dopo progressione a qualsiasi EGFR TKI. I soggetti con patologie caratterizzate sia dall’amplificazione di MET sia da mutazioni EGFR di resistenza in seguito a precedenti EGFR TKI di terza generazione verranno preferibilmente arruolati nella Coorte C. I soggetti possono aver ricevuto una precedente chemioterapia con platino o esserne risultati intolleranti.
- Coorte MET-2: soggetti NSCLC con documentata mutazione primaria MET associata allo skipping dell’Esone 14.

Terapia combinata:

- Coorte E (combinazione di JNJ-61186372 e Lazertininb): soggetti affetti da NSCLC avanzato con mutazione dell’EGFR caratterizzata da mutazioni sensibilizzanti attivanti (esone 19del o L858R), che abbiano manifestato una progressione di malattia a seguito del trattamento di prima o seconda linea con un TKI di terza generazione (es. Osimertinib).

Criteri di esclusione: 

- Il partecipante ha una malattia intercorrente incontrollata, inclusa ma non limitata a ipertensione scarsamente controllata, o diabete, infezione in corso o attiva, (cioè, ha interrotto tutti gli antibiotici per almeno una settimana prima della prima dose del farmaco in studio) o malattia psichiatrica / situazione sociale che limiterebbe il rispetto dei requisiti di studio. Sono esclusi i partecipanti con condizioni mediche che richiedono ossigenoterapia continua cronica. Solo per la coorte di combinazione chemioterapica della Parte 1: inoltre, partecipanti con diatesi emorragica attiva.
- Il partecipante ha avuto una precedente chemioterapia, terapia antitumorale mirata, immunoterapia o trattamento con un agente antitumorale sperimentale entro 2 settimane o 4 emivite, a seconda di quale sia più lunga, prima della prima somministrazione del farmaco in studio. Per gli agenti con una lunga emivita, il tempo massimo richiesto dall'ultima dose è di 4 settimane. Le tossicità da precedenti terapie antitumorali devono essersi risolte tornando al baseline, al Grado 1 o inferiore (eccetto per l'alopecia [qualsiasi grado], la neuropatia periferica [grado inferiore o uguale a 2] e l’ipotiroidismo stabile in sostituzione ormonale [Grado inferiore a 2).
Per la Parte 1 Incremento della dose di combinazione: qualsiasi precedente trattamento con immunoterapia sistemica anti-cancro, inclusi ma non limitati agli agenti anti-PD-1, anti-PD-L1 e anti-CTLA-4. Solo per la coorte di combinazione chemioterapica Parte 1: qualsiasi precedente trattamento con immunoterapia sistemica anti cancro negli ultimi 3 mesi o radioterapia localizzata al polmone negli ultimi 6 mesi. Solo per la Parte 2: Coorti A e B: il trattamento precedente con chemioterapia per la malattia metastatica non è consentito a meno che la mutazione tumorale non comporti una resistenza de novo all'EGFR TKI (esempio, inserzioni dell'esone 20). Coorte C e MET-1: precedente trattamento con più di 2 linee di chemioterapia citotossica per la malattia metastatica (la terapia di mantenimento non è inclusa). Coorte D: precedente trattamento con un EGFR TKI con attività contro le inserzioni di EGFR Exon 20 (come poziotinib). Coorte E (combinazione Amivantamab e lazertinib): qualsiasi precedente trattamento in ambito metastatico con un EGFR TKI di prima, seconda o terza generazione.
- Partecipanti con metastasi cerebrali non trattate. Sono eleggibili i partecipanti con metastasi definitivamente trattate localmente che sono clinicamente stabili e asintomatiche per almeno 2 settimane e che sono o non trattate con corticosteroidi a basso dosaggio (<= 10 mg di prednisone o equivalente) per almeno 2 settimane prima del trattamento in studio. Eccezione: i partecipanti con metastasi cerebrali asintomatiche, non trattate, ciascuna con un diametro inferiore a 1 cm, possono essere idonei per la terapia di associazione di Amivantamab e lazertinib nella Parte 1 Combination Dose Escalation o Parte 2 Combination Expansion Cohort E
- Il partecipante ha una storia di malignità diversa dalla malattia in studio risalente fino a 3 anni prima dello screening (le eccezioni sono i carcinomi a cellule squamose e basocellulari della pelle e il carcinoma in situ della cervice, o tumori maligni che, a parere dello sperimentatore, in concomitanza con il monitor medico dello sponsor, è considerato curato con o rischio minimo di recidiva entro un anno dallo screening).
- Il partecipante non si è completamente ripreso da un intervento chirurgico maggiore o da una lesione traumatica significativa prima della prima dose del farmaco in studio o si aspetta di subire un intervento chirurgico maggiore durante il periodo di studio o entro 6 mesi dall'ultima dose del farmaco in studio.

Schema di trattamento: 

Parte 1: La prima coorte di partecipanti riceverà infusioni endovenose (IV) di Amivantamab 140 milligrammi (mg) in monoterapia. Ciascuna coorte successiva riceverà infusioni endovenose di Amivantamab a un livello di dose aumentato. L'aumento della dose continuerà fino al raggiungimento della dose massima tollerata o alla somministrazione di tutte le dosi pianificate. I partecipanti riceveranno un'infusione endovenosa di Amivantamab una volta alla settimana durante il ciclo 1 e una volta ogni 2 settimane durante i cicli successivi (la durata di ciascun ciclo di trattamento è di 28 giorni). I partecipanti riceveranno lazertinib e Amivantamab nel Ciclo 1 Giorno 1 (C1D1) prima dell'inizio di Amivantamab (C1D1) a livelli di dose predefiniti, in base alla sicurezza osservata e ai criteri definiti dal protocollo. Lazertinib verrà successivamente somministrato quotidianamente, nel ciclo di trattamento con Amivantamab di 28 giorni.
Nella coorte di combinazione chemioterapica, i partecipanti riceveranno Amivantamab, somministrato in un ciclo di 21 giorni, in combinazione con carboplatino e pemetrexed standard di cura.
Parte 2: I partecipanti riceveranno un'infusione endovenosa di Amivantamab in monoterapia al regime di dose di Fase 2 (RP2D) o in combinazione con lazertinib al regime di dose di combinazione di Fase 2 raccomandato (RP2CD) come determinato nella Parte 1. Lo scopo dell'espansione della dose è valutare ulteriormente la sicurezza, la tollerabilità, farmacocinetica e per valutare l'efficacia preliminare nelle coorti in monoterapia e in terapia di combinazione.

Trattamento sperimentale: 

Amivantamab; Lazertinib

Trattamento di controllo: 

Carboplatino; Pemetrexed

Obiettivi primari dello studio: 

Parte 1: Dose escalation di JNJ-61186372 in monoterapia e in combinazione

- Determinare la dose massima tollerata (MTD), se presente (solo per la Parte 1 di dose escalation in monoterapia) e la dose raccomandata per la Fase 2 (RP2D)/la dose raccomandata nel regime di combinazione per la Fase 2 (RP2CD) per i soggetti con NSCLC trattati, rispettivamente, con JNJ-61186372 o JNJ61186372 e Lazertininb
- Determinare la dose di JNJ-61186372 raccomandata per la Fase 2 quando somministrato in cicli di 21 giorni (RP2Dq3W) in associazione allo standard di cura carboplatino e pemetrexed.

Parte 2 (“Expansion”)

- Determinare la sicurezza, la tollerabilità e l’attività antitumorale di JNJ61186372 in monoterapia alla RP2D e della terapia combinata di JNJ61186372 e Lazertininb alla RP2CD
- Stimare l’attività antitumorale di JNJ61186372 alla RP2D e della terapia combinata di JNJ61186372 e Lazertininb alla RP2CD in popolazioni selezionate di soggetti con mutazione/i del gene EGFR o MET documentata che sono progrediti dopo il trattamento con terapia standard

Obiettivi secondari dello studio: 

Dose escalation di JNJ-61186372 in monoterapia e in combinazione

- Valutare ulteriori misure di beneficio clinico con JNJ-61186372 come monoterapia e in combinazione con Lazertininb
- Valutare la farmacocinetica (PK) e l’immunogenicità di JNJ-61186372 come monoterapia ed in combinazione con Lazertininb, ed in combinazione con lo standard di cura carboplatino e pemetrexed in seguito a somministrazioni multiple di dose in soggetti con NSCLC

Data di inizio dell'arruolamento: 24.05.2016

Data di fine dell'arruolamento: 31.12.2022

Centri partecipanti

Nord Italia

IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori
Via Venezian 1 - 20133 Milano - MI

Informazioni Generali

Protocollo

Numero di iscrizione a registro: 2018-003908-38

Data di inserimento: 11.05.2021

Promotore

Janssen Research & Development, LLC

Principal Investigator ITALIA

Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori, Milano

Riferimento: Dr. Non disponibile

Telefono: 00000

Email: nd@nd.it

Localita: Milano

 

<< Torna a "Studi Fase I"